Multimetro o tester: come misurare corrente, tensione e resistenza elettrica

Mai sentito parlare di multimetro o tester? Se anche non avete idea di cosa siano, li avrete sicuramente visti in mano agli elettricisti che vengono a collaudare l’impianto di casa. In realtà, oggi il multimetro non è così alieno, come si potrebbe pensare, ma al contrario è uno strumento di uso comune presente non soltanto nella cassetta degli attrezzi degli addetti ai lavori, tecnici o elettricisti che siano, ma anche in molte case una volta che se ne è scoperta l’utilità. Ad esempio, è uno strumento utile per verificare il corretto funzionamento del proprio impianto elettrico, e non solo. Infatti, può servire anche a ravvisare eventuali anomalie negli elettrodomestici di casa.

Per questo, una volta che lo si è conosciuto meglio, non se ne fa più a meno, tantopiù che non ingombra, si può tenere comodamente in un cassetto e costa pure poco, specialmente se ci si limita all’acquisto di un modello analogico. Più alto il costo dei tester digitali, sia per le prestazioni superiori in termini di precisione e sicurezza, ma anche per il pacchetto più ricco di funzioni accessorie. Con il multimetro si possono misurare le grandezze elettriche, quali tensione o corrente, note anche come campi di misura la cui lettura è possibile proprio grazie al tester, in grado di misurare anche le resistenze elettriche e di diagnosticare eventuali difformità o disfunzioni impiantistiche.  Per quanto riguarda la forma il multimetro è una scatoletta provvista di display su cui compaiono le letture dei valori richiesti.

A differenza dei modelli analogici che mostrano sul monitor una scala di parametri e una lancetta indicativa delle grandezze elettriche, nei multimetri digitali è presente un display a 4 cifre che rilevano i valori delle varie grandezze. Da un’apposita manopola selettiva si regolano le impostazioni volute e si possono selezionare i diversi parametri evincibili dallo strumento, quali resistenza, corrente e tensione elettrica. La manopola serve anche a variare la grandezza impostabile, facendo scegliere fra ampere, volt e ohm per poter ottenere il dato desiderato. Questo e molto altro si può fare con un moderno multimetro, uno strumento che non ha segreti per chi consulterà il sito www.guidamultimetro.it.